Assenze e validità anno scolastico

 

NON IN VIGORE FINO AD EMERGENZA COVID 

Oggetto:  ASSENZE E VALIDITA’ DELL’ANNO SCOLASTICO. 

 

 

In base alla normativa vigente sulla validità dell'anno scolastico, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, e' richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell'orario annuale.

 

Per i corsi attivati dall’Istituto il limite massimo di assenze è:   264 ore effettive

 

Superato tale limite l'esclusione dallo scrutinio finale, e la non ammissione alla classe successiva o all'esame finale di ciclo è automatico salvo le deroghe qui sotto riportate.

 

Deroghe al limite di assenze : casi.

L’Istituto consente, per i casi certi e documentati tassativamente sotto riportati, motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite, per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati:

 

  1. gravi motivi di salute adeguatamente documentati *;
  2. terapie e/o cure programmate;
  3. partecipazione ad attività sportive e agonistiche organizzate da federazioni riconosciute dal C.O.N.I.;
  4. partecipazione ad attività artistiche di particolare rilievo, valutate come tali dal Collegio dei docenti;
  5. comprovata necessità di assistere un familiare
  6. sussistenza di un formale contratto di lavoro con un’azienda nei settori produttivi coerenti con i Corsi presenti in Istituto, se deliberato dal Consiglio di classe
  7. assenza di studente extracomunitario dovuta a grave necessità familiare, purché adeguatamente documentata,  comportante il trattenimento nel paese di origine per un periodo di rilevante durata (almeno 20 giorni continuativi).

* Per essere preso in considerazione ai fini della deroga, ciascun periodo di assenza deve protrarsi per oltre cinque giorni di lezione (almeno sei), a meno si tratti di assenze più brevi e ricorrenti periodicamente, ma conseguenza di uno stato patologico diagnosticato (v. sotto).

E’ quindi superfluo portare la certificazione medica per assenze inferiori a sei giorni.

 

DOCUMENTAZIONE

Il riconoscimento della deroga deve essere documentato nelle forme qui riportate, caso per caso.

 

Casi 1 e 2  - Salute*

- assenze di sei o più giorni motivate da patologie che impediscano la frequenza scolastica

- assenze di sei o più giorni per ricovero ospedaliero o in casa di cura:  vanno certificate da un medico del SSN, o con certificato di ricovero e di dimissione e successivo periodo di convalescenza prescritto all’atto della dimissione e convalidato da un medico del SSN.

 IMPORTANTE !: Per essere resi in considerazione ai fini della deroga, i certificati dovranno essere esibiti subito al momento del rientro; in caso contrario il Consiglio di Classe non garantisce

- assenze ricorrenti per grave malattia (anche inferiori ai sei giorni): vanno documentate con certificato di un medico del SSN attestante la gravità della patologia;

IMPORTANTE !: Il  relativo certificato deve essere acquisito agli atti della Segreteria “una tantum”, possibilmente in via preliminare.

 

Casi 3 e 4  –Arte e sport

- assenze dovute a partecipazione ad attività sportive od artistiche:  vanno documentate con dichiarazione conforme del legale rappresentante dell’Ente ospitante, in via preliminare.

 

             Caso 5 –Assistenza a familiare

- le assenze dovute alla comprovata necessità –non altrimenti assecondabile- di assistere un componente del nucleo familiare affetto da grave malattia/infermità: vanno documentate producendo il certificato medico del familiare unitamente a conforme dichiarazione del genitore;

             Caso 6  –Contratto di lavoro

- assenze dovute a contratto di lavoro  vanno documentate con copia del contratto di lavoro, debitamente formalizzato

             Caso 7  –Permanenza all’estero

Vanno documentate in qualsiasi forma utile

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Non sono computate come ore di assenza

  • la partecipazione ad iniziative esterne ricomprese nel PtOF dell’Istituto;
  • la partecipazione a stages o percorsi di Alternanza scuola lavoro;

 

Sono computate come ore di assenza:

  • le ore iniziali/finali non frequentate, a qualsiasi motivo sia dovuta l’entrata posticipata/l’uscita anticipata, ivi compresa (a meno di specifica deroga) l’autorizzazione all’uscita anticipata/entrata posticipata concesse stabilmente dalla Dirigenza per tutto l’a.s.
  • le assenze per malattia, o per qualsivoglia motivo familiare, quando non rientranti nei casi costituenti “deroga” (v.sopra);
  • le assenze nei giorni in cui lo studente è stato sospeso per motivi disciplinari
  • le assenze per mancata partecipazione a visite guidate in giornata approvate dal Consiglio di classe.

 

L’Istituto fornisce agli interessati, anche avvalendosi delle risultanze del registro elettronico, informazioni puntuali ad ogni studente e alla sua famiglia perché sia loro possibile avere aggiornata conoscenza della quantità oraria di assenze accumulate, e segnala agli stessi la potenziale ricorrenza di situazioni di frequenza anomale che possano tradursi nell’esclusione dallo scrutinio.